“Cara Fiorella ti scrivo” – La lettera di Barbara

Standard

​Cari lettori, come sappiamo le discriminazioni che una persona con disabilità subisce sono sempre molte, nelle relazioni con gli altri, nella scuola o meglio nel diritto allo studio, nel lavoro o per quanto riguarda le esigenze personali. Ma che anche nella musica e soprattutto nella fruizione e partecipazione a uno spettacolo musicale debba subire discriminazioni fino alla impossibilità ma oserei dire alla messa al bando è davvero davvero increscioso! 

Qui di seguito vi riporto la lettera che la nostra amica Barbara ha scritto su Facebook sul profilo della nota cantante Fiorella Mannoia riguardo l’impossibilità di partecipare ad un evento musicale all”Arena di Verona. Le parole di Barbara sono chiarissime e scritte con rispetto, rispetto che ne a lei ne alle altre persone con disabilità motoria è stato minimamente concesso!

Forza Barbara!!!

————-

“Carissima FIORELLA ti scrivo per segnalarti una cosa abbastanza grave a parer mio che sono una donna disabile in carrozzina e che si è sentita dire, per ragioni di puro spettacolo (causa telecamere e strutture audio video) che non potrà partecipare allo spettacolo in Arena (nella mia città, fra la mia gente, ascoltando le mie cantanti preferite) solo perchè necessito dei posti riservati ai disabili della platea che verranno utilizzati dalle strutture di ripresa. Ho parlato con gli organizzatori locali che sono stati gentilissimi ma che mi hanno girato alla F&P che organizza l’intero evento.

Hanno detto una cosa assurda; permettimi di segnalarla in nome di tutte le persone disabili che come me si sentiranno negare l’ingresso a questo meraviglioso evento. Ci hanno detto che hanno riservato per la serata solo 8 posti per le carrozzine (sul conteggio intero della platea dell’Arena) e credimi, io che vado spesso in Arena, 8 sono davvero pochissimi posti e hanno comunque detto che la “situazione particolare” si è creata proprio a causa delle strutture di ripresa.

Per farci capire che non solo i disabili sono penalizzati, pensa la buffa ironia e scusami la franchezza…la leggera presa per i fondelli se detta ad un disabile in carrozzina, hanno dovuto sacrificare anche posti a sedere per i normodotati che però…bontà loro possono con le loro gambe accedere altrove.

Volevo solo farvelo sapere, fartelo sapere perchè da donna a donna ma sopra ogni cosa, da persona a persona…credo che anche tu sentirai che è stata commessa (non solo nei miei riguardi sia chiaro) una certa ingiusta discriminazione.

Barbara”

Annunci

5 pensieri su ““Cara Fiorella ti scrivo” – La lettera di Barbara

  1. johnnyfreak81

    A me è successo di dover pagare il prezzo pieno di una poltrona a teatro senza usarla. Come se non bastasse mi hanno fatto mettere vicino alle casse…

  2. luigi canala

    Io con vasco rossi e molti altri cantanti ci sono stessi problemi.
    Unica soluzzione per ora e andare dal prefetto del territorio del concerto, parlare e scrivere alla commissione sulla sicurezza,
    Che AD OGNI EVENTO DA I PERMESSI AGILILITA E SICUREZZA dello stadio o del palazzetto.
    Fare casino il piu possibile.
    Arrivando a parlare anche con capo dei pompieri.
    Sappiate che so o 30 anni la legge prevede molti posti per disabili.

  3. Barbara Longo

    Giovanni ci stiamo muovendo in massa a Verona, la vogliamo rendere ACCESSIBILE 🙂
    Dici che ci riusciamo?
    Grazie per averci dato voce nel tuo mitico blog…che sappiamo essere visitato dalla “gente giusta”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...